LA GITA IN FRANCIA

ok prof visto che voleva un articolo sulla gita in francia eccolo qua……..

PS questa guida non sarà molto dettagliata.

Partenza alle ore 6.45 dalle piante grasse a Bogliasco dove appena entrati sul pullman siamo stati accolti dalla classe 3° L di Sori, dopo ben 6 ore di viaggio siamo arrivati ad Avignone un paesino in Provenza pieno ma veramente pieno di negozi di souvenir !!!!, senza nemmeno lasciare gli zaini e i bagagli ci siamo avviati al PONT DU GARD dove abbiamo visto alberi con piu di 100 annie anche il famoso acquedotto romano.

acquedotto.jpg

Dopo di che ci siamo diretti al palazzo dei papi un palazzo immenso pieno di stanzoni grossi come piazze. La cosa che mi ha sorpreso di piu in questo pallazzo era la cucina una stanza molto alta che finiva con un camino strettissimo. Dopo come se non bastasse siamo andati a visitare “le pont d’avignon” un ponte che non fu mai finito di costruire. Finalmente verso le 7.45 arriviamo in albergo, alle 8 mangiamo e dopo cena ovviamente abbiamo fatto impazzire le professoresse stando svegli sino alle 4.00 di notte. 3 ore dopo ci hanno svegliato, e dopo aver fatto colazione ci siamo incontrati con una guida che ci ha fatto visitare i principali paesi provenzali. successivamente ci siamo diretti verso la fontana di vaucuse , e al mulino per la fabbricazione della carta, un sistema davvero interessante troppo lungo da spiegare. siamo anche stati all’abbazia del senac e abbiamo fatto anche il sentiero delle ocre un cammino che dura 2.30 ore e si è immersi completamente nel rosso ovvero in una sabbia finissima con sfumature dal giallo al rosso. Ovviamente la nottata è passata come la precedente, il giorno dopo abbiamo fatto i bagagli di mattina e ci siamo avviati in un paesino stile medioevale pieno zeppo di negozietti !!! al pomeriggio abbiamo fatto 2 ore di viaggio verso genova e ci siamo fermati a saun paul de la vence dove abbiamo visitato il museo di arte moderna, la guida ci ha spiegato come interpretare pitture e sculture moderne. il viaggio è proseguito verso Bogliasco siamo arrivati alle 9.30!!!!.

ulivo.jpg
E’ tutto, chi sapesse fare di meglio scriva i commenti perche come ho gia detto all’ inizio è un pò misera quindi questa guida mi raccomando scrivete e postate altre foto perche ne ho soltanto due
AU Revoir

a voi i commenti

LA TERZA P PARTE PER UN’AVVENTURA FRANCESE.

Adesso vi farò vedere qualche foto che ho scattato in gita, ad Avignone nei giorni 5-6-7 Aprile.

Per i commenti lascio spazio ai miei compagni.

dalponte.jpg

Questa è la vista dal ponte.

avignonepapi.jpg

Questo è il palazzo dei Papi.

ponte2.jpg
Un altro ponte.

laghetto.jpg

mulino.jpg

Un bellissimo mulino.

terrarossa.jpg

Siamo passati per una stradina di questa strana terra rossa.

catapulta1.jpg

catapulta2.jpg

Poi siamo andati in un castello e abbiamo visto molte catapulte come queste e mi volevano……………..

gogna.jpg condannare alla gogna……

Abbiamo vissuto un'esperienza molto istruttiva e ci siamo divertiti molto.

Biologia marina

Stamane abbiamo saltellato tra gli scogli di Bogliasco, la biologa dell'acquario ci ha spiegato moltissime cose.

scogli2.JPG
Da Pietro Ferrero: Venerdì 7 Aprile è venuta a scuola una biologa marina e, visto che il clima era favorevole, ci ha accompagnati alla spiaggia di Bogliasco. Appena arrivati ci ha mostrato la sua attrezzatura: un termometro elettronico e alcune cartine tornasole. Abbiamo misurato prima la temperatura dell’aria (21°C) e poi quella dell’acqua (25°C); dopo questa rilevazione ci siamo messi in cerca di animali marini e abbiamo deciso che una pozza di circa 2.50m di diametrosarebbe stata il luogo adatto. Unendo le nostre forze abbiamo trovato:

-un granchio(crostaceo);
-alcune litorine(gasteropodi);
-una natica(gasteropode);
-una patella(gasteropode).
Appena finite le spiegazioni su questi animali qualcuno ha fatto notare dei solchi tondeggianti nella roccia e la biologa ha spiegato che sono stati formati da alcuni molluschi bivalvi, i “datteri di mare”,che rilasciando un potente acido avevano scavato la roccia, creandosi così una tana sicura dagli attacchi di eventuali predatori.
Finito questo discorso abbiamo misurato, con le cartine tornasole, i valori dell’acqua: PH 8.00 (leggermente basico, perchè il valore neutro è 7.5), acqua dura e non inquinata.
Finite le misurazioni siamo partiti alla ricerca di altri esseri viventi e abbiamo trovato: un gasteropode parente della murice, un’intera colonia di balani (o denti di cane, sono crostacei), due tipi di celenterati (un pomodoro di mare e alcuni anemoni) e naturalmente moltissime alghe.

I polpi sono più bravi a mimetizzarsi anche dei camaleonti, hanno degli occhi molto sviluppati e, non solo cambiano colore a seconda di quello che gli sta intorno, ma cambia anche la ruvidità della loro pelle.
Credo che questa sia stata un’occasione divertente per imparare a riconoscere i vari tipi di animali marini!
scogli1.JPG